Rocca Cinema Imola
Cetto c'è senzadubbiamente
regia: Giulio Manfredonia
durata: 93'
Italia, 2019
mercoledì 26 agosto 21:30
Nove anni dopo, in Cetto c’è, senzadubbiamente, Cetto se ne sta buono buono in Germania, con i capelli coloro platino

Avevamo lasciato il Paese a rischio di legalità, con l’incertezza sull’esito delle elezioni, una telefonata per trasformare le schede bianche in quelle del partito giusto: il Pilu. Parola di Cetto (Antonio Albanese) e non uno Qualunque, allora calabrese latitante in Sudamerica per vari reati e richiamato in patria per difendere la sua Calabria dalla giustizia. Per fare Qualunquemente Albanese aveva attinto dalla realtà e seguito decine di comizi in tutta Italia, in cui si prometteva qualsiasi cosa per racimolare voti in più. Che le fogne avrebbero emesso buon odore, che l’eternit sarebbe sparito e le strade lasciate a metà sarebbero state costruite.

 

Nove anni dopo, in Cetto c’è, senzadubbiamente, scritto sempre con Piero Guerrera e diretto da Giulio Manfredonia, distribuito da Vision dal 21 novembre, Cetto se ne sta buono buono in Germania, con i capelli coloro platino e un bel vestito verde con cravatta in tinta e ha abbondonato ogni ambizione politica. La sua catena di ristoranti e pizzerie spopola; ha una bella compagna tedesca e due suoceri neonazisti che lo guardano con la simpatia riservata ai migranti.